La diagnosi Perinatale e perché è importante informarsi

La diagnosi prenatale appartiene alla branca della medicina e dell’ostetricia, che applica e studia le tecniche che svela la presenza o meno di anomalie fetali.

La prima doverosa distinzione riguarda gli esami che possono essere invasivi o non invasivi. Tra gli invasivi abbiamo a disposizione l’amniocentesi e la villocentesi che prevedono prelievo uno del liquido amniotico, l’altro dei villi coriali.

Tra quelli non invasivi abbiamo a disposizione
per il primo trimestre il test combinato, test quadruplo e sca test dove si combinano prelievi del sangue ad esami ecografici; per il secondo trimestre l’ecografia morfologica ma anche i test che analizzano il DNA libero nel sangue materno ovvero la traccia ematica che sa dirci in maniera statistica se il feto è di sesso maschile o femminile e se ha delle anomalie coromosomiche: basta un prelievo del sangue.

Questi test sono davvero molti tra cui: Prenatal Safe, Harmony Test, Aurora, IONA test, Tranquillity, Vera Prenatal Test, Nativa,..

La diagnosi prenatale è uno strumento utile e sempre più utilizzato dalle famiglie in gravidanza perché permette di prendere consapevolezza di eventuali anomalie fetali e permette anche ai genitori di capire se hanno gli strumenti per accogliere eventuali anomalie fetali.

È un’opportunità che hanno a disposizione le famiglie per costruire l’identità familiare e genitoriale.